martedì 1 settembre 2009

Il lato sinistro dello stupore

Sarà ma a volte mi sembra d'intuire che il puer, se porge il fianco sinistro alle cose, sia più propenso allo stupore. Quando l'ho portato a vedere i fuochi d'artificio è stato micidiale, col lato destro li guardava ma dal lato sinistro urlava di stupore, indicava, mi guardava, cercava anche lo stupore mio. È sinistrorso per tante cose (per esempio il cucchiaio lo prende con la sinistra), anche per la meraviglia di fronte alle cose.

In realtà dovrebbe essere il contrario, a rigor di logica di aree cerebrali; m'immagino che già da queste cose rompa gli schemi, che sia anticonvenzionale. Io proietto (e mentre lo scrivo immagino di dirlo alla Pelù), poi finisco di essere bambino e torno protoadulto ma il suo lato sinistro dello stupore non smette di affascinarmi come un mistero inafferrabile. Esco dalla proiezione e contemplo il suo stupore anche di fronte alla luna. Tento di capire perché ma proprio non ci riesco.

Troppo grande il mistero, impossibile coglierlo.

Ecco, ci sono: resto di stucco, mi stupisco.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...