venerdì 19 febbraio 2010

Bibliiiii!!!

Al di là di ogni cosa, osservazione o imitazione di noi, il piccolino (ormai abbastanza lungo in realtà) dimostra una serie di preferenze, gusti e amori assoltuamente personali (più durevoli della kittymania).

Fra le passioni di Samu le pile e gli autobus. Però c'è qualcosa di più...

La nostra casa è piena di libri, ok, così come lo sono i comodini, però è bellissimo accendere la tv davanti a Samu e vedere la sua reazione: chiede di spegnere per leggere i "bibli".

Ama i "bibli", li ama come oggetto ed è pazzo di amore per farseli leggere. È assai imperativo: "Leggi!". Due sere fa (mamma era a Milano per lavoro e rientrava tardissimo) gli ho regalato un "biblo" nuovo. Se l'è portato in camera sua e mentre cucinavo sentivo un reverenzialissimo silenzio. Ogni tanto andavo a osservarlo e lo vedevo meravigliato, lì seduto (ogni tanto addirittura "panciato") leggere il suo nuovo "biblo" e seguire con il dito gli oggetti sulla pagina. Lo vedevo lì che sibilava "Ucca" toccando il disegno della mucca, "Pea" toccando il disegno dela pera, "Etto" toccando il disegno del berretto. Ammirazione, stupore, quasi una forma di rispetto ammirante era quello che leggevo nei suoi occhi.

È bello poi quando scrive, quando tenta di disegnare il profilo della sua mano, quando ardisce e addirittura tenta di disegnare il profilo del naso (una scena straordinaria).

È una magia da guardare quello che i libri fanno per i bambini. È bello ri-constatare sempre come gli oggetti inanimati (termine usato un po' a casaccio, lo ammetto) siano scintille per la fantasia. È bello vedere come Samu mi chieda di espandere la vita dei libri, ad esempio mettendo in scena fra di noi le situazioni narrate.

Amo questo suo amore per i "bibli". Lo amo ancor di più perché è spontaneo. Come molti bimbi contemporanei è un vero e proprio "nativo digitale" che sa usare stereo, telefono, alzacristalli elettrici, tastiera del PC (col rischio-formattazione sempre in agguato), telecomando della tv ecc. In questo contesto nessuno gli ha imposto i libri ma i libri lo colpiscono e lo emozionano.

3 commenti:

  1. Ciao, sono emanuele, ho letto parecchie tue avventure "domestiche e familiari" e mi hanno divertito molto. Da quanto ho letto tra le righe, potresti non essere interessato a quello che ti sto per proporre, ma tentare non nuoce, o si?! :-D
    Faccio parte di un nuovo portale sulla paternità www.paternitaoggi.it e il tuo stile di scrivere è veramente in linea con il nostro (puoi vedere la rubrica "tutto io devo fare" per rendertene conto. Insomma, il dunque è: se potresti essere interessato a una sorta di gemellaggio o simile. Ti lascio la mia mail: paternitaoggi@gmail.com
    Siamo anche su facebook eventualmente.
    Scusa per questa intrusione, ma a parte la mia "zozza proposta", mi piace molto il tuo blog
    ciao emanuele

    RispondiElimina
  2. la nostra esperienza (più per la donna grande che per l'uomo piccolo, a dire il vero) è abbastanza simile a quella che racconti tu: nelle case piene di libri è facile "incappare" in questi antichi oggetti e farli diventare parte del proprio orizzonte. Poi, quando crescono gli stimoli diventano altri, i confronti con la "potenza" percettiva della tv si fanno più difficili, la richiesta di nintendo ds diventa un classico di ogni natale (visto che babbo natale, da questo orecchio, sembra non sentirci!!!).
    Mettiamoci pure il fatto che non in tutte le case ci sono tanti libri o che comunque non tutti i genitori hanno la lettura al primo posto per cui alcune idee possono già delinearsi...
    Scusa il tono un po' troppo critico (ma con te mi sembra che io possa permettermelo) ma non solo il sistema in cui viviamo ci vuole illudere che "tutto va bene, madama la marchesa", qualche volta siamo anche noi genitori che ci accocoliamo nelle nostre piccole sicurezze che invece cambiano e si trasformano più velocemente di quanto siamo pronti a recepire. Ciao!

    RispondiElimina
  3. Bibli.. che dolce *_*

    Che bello il tuo blog ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...