venerdì 16 settembre 2011

La parte migliore di noi

Ci fa piacere quando ci assomigliano, i figli, ma personalmente credo sia ancora più bello quando fanno vibrare la prte più bella di noi.

Alcune sere fa Samu, dopo aver mangiato poco a cena, prima di andare a letto ha cominciato a ripetere che aveva fame. Dopo un po' ho cominciato a essere perentorio sul "no", al che lui ha - giustamente - chiesto il perché. La mia risposta è stata d'istinto una roba del tipo: "Perché questa è la regola, si mangia a cena". Non l'avessi mai fatto...

Il piccino ha attuato una strategia degna del miglior avvocato. Ha dapprima deviato chiedendo chi avesse creato questa regola, alla mia risposta che la regola l'avevamo creata noi (noi persone), mi ha seccato dicendo testualmente: "Ma la fame non rispetta le regole che facciamo noi".

D'un tratto questa cosa mi ha riportato alla luce tutte le lotte contro le convenzioni fatte da adolescente e mi ha messo di fronte il semplicissimo dato di fatto che sì, è bene mangiare quando si ha fame.

A quel paese dunque le regole del galateo che invano si tentò d'impormi a suon di "Stare a tavola anche quando non si ha fame è segno di buona educazione", al diavolo la buona creanza, evviva la sincerità: quella semplicità che è la parte migliore di noi.

Per la cronaca si rinunciò presto a darmi un'impronta di maniere civili, son sempre stato più consono al comportarmi come un animale.

Quel che succederà tra me e mio figlio - ho sempre sognato di poterlo dire!!! - presto su queste pagine.

3 commenti:

  1. Carissimo, proprio ieri pomeriggio discutevamo della convenzione cosi' radicata dell'uomo alla sua tavola.
    Mia figlia m ha chiesto come mai dovessimo sempre mangiare a quell'ora e perche' non siamo come tutti gli altri animali, che mangiano quando hanno fame.
    Le ho risposto che i nostri sono dei ritmi imposti dalla societa' che ci impegna la giornata per intero, lasciando spazio solo per la colazione, il pranzo e la cena.
    Allora siamo arrivati insieme alla conclusione che per lo meno in vacanza seguiremo un po' di piu' il nostro ritmo biologico.
    Un abbraccio e...sappi che ti seguiro' con attenzione!
    gemma
    A volte i bambini ci spiazzano

    RispondiElimina
  2. Ti ho trovato sul corriere, nell'articolo sul mom camp...ti ho trovato con piacere e leggendo il tuo post di quando ti sei arrabbiato con il tuo bimbo per il latte versato e di quando ti sei commosso per la scritta IOSO in maiuscolo sulla lavagna...mi sono commossa, emozionata e ho ritrovato le emozioni che leggo negli occhi di mio marito...chissà che leggendoti io possa imparare ad essere meno lontana dal pensiero paterno....meno convinta,a volte di essere l'unica a potere e sapere far tutto..
    nel frattempo ti invito da me...www.mammavolante.splinder.com
    buona settimana

    RispondiElimina
  3. Grazie a tutte e due, benvenute in questo blog e in qualche misura nella mia vita.

    Voglio seguirvi anche io, e lo farò con tantissima curiosità.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...